Tecnologia e Internet

Le criticità della demo di Final Fantasy XV: Windows Edition

Digital Foundry ha analizzato la demo benchmark di Final Fantasy XV: Windows Edition, appurando personalmente le prestazioni del titolo sui PC di fascia alta. Proprio da questa analisi, ad oggi, pare che si debba lavorare ancora molto a livello di ottimizzazione per raggiungere livelli migliori.

Manca poco all’uscita

Se il lavoro da fare è ancora tanto, non lo è invece il tempo a disposizione, dato che ne è rimasto davvero poco. Infatti, Final Fantasy XV: Windows Edition, la versione PC di Final Fantasy XV, è in uscita per il prossimo 6 marzo, dopo essere approdata su Playstation 4 ed Xbox One il 29 novembre 2016. Proprio con la console di Microsoft è prevista una funzione cross-play, che consentirà ai giocatori su PC di giocare co-op online con gli utenti Xbox One, a patto che la copia del gioco sia stata acquistata su Microsoft Store.

Le criticità della demo di Final Fantasy XV: Windows Edition

Sicuramente, in questa ultima demo si registrano dei progressi almeno per quanto riguarda l’aspetto tecnico, tuttavia per il resto la situazione sembra essere abbastanza tragica. Stando a quanto sostiene la redazione inglese, infatti, il benchmark di Final Fantasy XV: Windows Edition settato con le impostazioni grafiche più alte possibili non è in grado di supportare i 1080p/60fps nemmeno con una GTX 1080 Ti overclockata.

 Questo a causa dell’eccessivo uso di librerie NVIDIA GameWorks, utilizzate per rendere il gioco ancora più realistico. Si tratta di tecnologia come ad esempio NVIDIA HairWorks per renderizzare peli, pellicce e capelli o NVIDIA Flow per fuoco e fumo più verosimili alla realtà. Ecco perché, lo sviluppatore Square Enix raccomanda ai gamer di utilizzare almeno un Intel Core i7-3770 o un AMD FX-8350, più performante rispetto al primo.

Le speranze di Square Enix

Ovviamente, Square Enix conosce già tutte queste problematiche e ha dichiarato di aver iniziato a lavorare per riuscire ad ottimizzare le prestazioni del gioco, eliminando questi problemi nella versione finale. La speranza è che la situazione migliori in modo netto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close