Salute ed Estetica

Come avere un’abbronzatura perfetta senza rischi, consigli utili

I più fortunati sono già al mare, comodamente distesi sul lettino da spiaggia, a scaldarsi sotto i raggi del sole, magari sorseggiando un fresco drink. L’estate rimanda all’abbronzatura, ci fa subito pensare alla pelle dorata, sana, luminosa e tonica. Un pensiero ricorrente, che ogni anno tenta anche i fanatici del colore porcellana. Come avere un’abbronzatura perfetta senza rischi? Esistono molti errori non di rado commessi da chi brama la tintarella in breve tempo. Attenzione! I comportamenti sbagliati non solo causano orribili chiazze di colore, sono anche estremamente dannosi per la tua salute. Segui questi semplici passaggi e assicurati un incarnato da urlo.

Come avere un’abbronzatura perfetta senza rischi

Proteggere la pelle dal sole risulta di vitale importanza per salvaguardare la salute, com’è ormai noto, la pericolosità dei raggi UV e UVB non è certamente da sottovalutare. Oltre all’insorgere di malattie estremamente negative, la prolungata esposizione al sole accelera il procedimento di invecchiamento, provocando l’insorgere di rughe precoci, accompagnate da secchezza cutanea.

Ami il colorito acceso? Non vuoi rinunciare all’abbronzatura? Ecco come agire per assicurarti un’abbronzatura sana e uniforme, senza rischi!

1 Prepara la pelle con lo scrub

Eliminare le cellule morte poste sulla superficie dell’epidermide, è il primo passo per raggiungere la tintarella perfetta. Queste minuscole particelle di sporcizia e residui si depositano infatti sulla pelle, ostruendo i pori e favorendo il lavoro dei radicali liberi. Un viso poco curato sarà caratterizzato da un incarnato spento, opaco e con imperfezioni. Sbarazzati del fastidioso problema preparando un ottimo scrub fai da te, sano e naturale, da applicare su viso e corpo un paio di volte alla settimana.

Come fare? Procurati ingredienti che trovi in cucina, per il viso potresti utilizzare una miscela composta da miele e zucchero (perfetta anche per le labbra), oppure bicarbonato e latte, o ancora curcuma e acqua. Mescola gli ingredienti tra loro fino a raggiungere un impasto omogeneo. Stendi il composto su viso, collo e decolleté; massaggia delicatamente effettuando movimenti circolari e lascia che le microparticelle abrasive lavorino per te. I granuli dello zucchero (o di ciò che sceglierai) effettueranno un’azione esfoliante sulla pelle, liberandola dalle impurità poste in superficie. Prosegui il massaggio per circa due minuti, quindi risciacqua con acqua tiepida e idrata abbondantemente

E per il corpo? Ci vuole qualcosa di più strong! L’impasto ideale è composto da sale marino e olio. Un vero toccasana per la pelle, da massaggiare sotto la doccia con energici movimenti circolari. Esfolierai il corpo idratandolo grazie alle proprietà nutrienti dell’olio (puoi scegliere tra oliva, mandorle dolci, jojoba e argan). Non ami le sostanze untuose? Procurati un guanto apposito, da passare delicatamente sulle zone interessate anche con il bagnoschiuma. Un’alternativa valida, veloce e semplice.

Esfoliare la pelle è importante per ottenere un’abbronzatura omogenea, senza chiazze di colore.

2 Idrata

Ora che la tua pelle è liscia come la seta e priva di impurità, è tuo dovere idratarla profondamente! Il sole asciuga l’epidermide, mantienila quindi morbida e vellutata, per scongiurare la desquamazione. Scegli qualcosa di più nutriente per il corpo, come oli o burri vegetali; orientati su formulazioni fresche e leggere per il viso, in modo da non appesantire la zona. Idrata la pelle ogni giorno, più volte, soprattutto quando rientri dalla spiaggia.

3 Bevi tanta acqua

Idrata la pelle anche dall’interno, bevendo due litri di acqua al giorno. Non solo migliorerai l’aspetto della tua abbronzatura, agirai positivamente anche sull’organismo, purificandolo e mantenendolo sano e in forma.

4 Usa sempre la protezione solare

Non ci stancheremo mai di dirlo! Indossa la protezione sempre, anche nelle giornate nuvolose. Proteggere la pelle è fondamentale per allontanare i danni legati all’esposizione solare, ottenendo un’abbronzatura perfetta senza rischi. Scegli prodotti idonei al tuo incarnato, diminuendo il fattore di protezione man mano che la tua pelle si abituerà a stare al sole. Il viso richiede SPF alti, 50 è la soluzione perfetta. Particolare attenzione va posta anche al contorno occhi e labbra. Per il corpo puoi scegliere lozioni con SPF pari a 25 o 30. Riapplica la crema dopo ogni bagno, evita le ore più calde della giornata e non esagerare. Le scottature sono dolorosissime e riducono la pelle in stati abominevoli! Inutile rischiare, meglio agire correttamente, assicurandosi una tintarella da sballo.

5 Integra con la dieta

Alcuni alimenti favoriscono l’abbronzatura, poiché stimolano la produzione di melanina. Che cos’è? La melanina è il nome con cui si indicano vari pigmenti neri o bruni, che vengono elaborati da particolari cellule (melanofori o melanociti), presenti nell’uomo e negli animali; nell’uomo, la loro quantità determina il colore più o meno scuro della pelle, dei capelli, dei peli.

Quali sono i cibi favoriscono la melanina?

  • Carotenoidi

Con carotenoidi ci riferiamo ai pigmenti vegetali che donano tonalità rosse, arancio e giallo intenso agli alimenti che li contengono, come la zucca, la carota, il pomodoro, le albicocche, il melone e l’anguria. Svolgono un’ottima azione antiossidante che contrasta i radicali liberi e contengono beta-carotene, il precursore della vitamina Ache stimola la melanina e quindi l’abbronzatura. Le carote sono al primo posto della classifica, abbronzanti naturali per eccellenza. Anche patate dolci e albicocche sono una grande fonte di beta-carotene.

  • Tirosina

La tirosina è un amminoacido essenziale per il nostro organismo, che favorisce la produzione di melanina. La spirulina, una mirco alga verde azzurra tipica delle acque salmastre tropicale, è un ottimo rimedio per ottenere un’abbronzatura perfetta senza rischi. E’ possibile trovarla essiccata, sotto forma di polvere o compresse. Si utilizza come integratore alimentare poiché molto ricca di beta-carotene oltre che di vitamine del gruppo B, amminoacidi essenziali, sali minerali e oligoelementi. Anche i prodotti a base di soia e il tuorlo dell’uovo contengono tirosina.

  • Riboflavina

Si tratta di un composto eterociclico, derivato dalla isoallosazina (composto azotato a tre anelli esagonali) con il ribitolo, che una volta purificata presenta un inconfondibile colore giallastro. E’ un ottimo ingrediente per stimolare la melanina, funziona in modo similare alla tirosina. Dove trovarla? Consuma circa 10 mandorle al giorno, ricche di riboflavina e perfette per l’abbronzatura. Stendi sulla pelle emollienti naturali, come l’olio di mandorle oppure l’olio d’oliva, utili a rendere più compatta la pelle. Consuma grassi ricchi di omega 3 (come salmone, sgombro, sardine, trota, branzino, ecc.). Anche spezie ed erbe aromatiche sono un’ottima fonte di riboflavina, consigliamo in particolar modo la paprika secca e il coriandolo, ricche di calcio e vitamina B2.

6 Evita le sostanze che ostacolano l’abbronzatura

Quali sono gli alimenti che contrastano la tintarella? Esistono alcune sostanze nocive per l’abbronzatura, che dovresti evitare almeno per un po’! La vitamina C ostacola la tintarella, perché blocca la produzione di melanina. Attenzione quindi a non usare troppo spesso creme ricche di questa vitamina. Non smettere però di consumare frutta e verdura colme della sostanza in causa, estremamente benefica per l’organismo. Anche il caffè è sconsigliato se vuoi ottenere un’abbronzatura perfetta. Bevi molti liquidi e favorisci l’idratazione della pelle; evita però le bevande che fanno perdere acqua al corpo, invece di dargliela. Ovvero il tè, il caffè, le bevande gassate e soprattutto gli alcolici.

Segui queste semplici regole e non scordare mai la salute! In breve tempo otterrai un colorito invidiabile, da valorizzare con make up e oli scintillanti, sfoggiando il look perfetto ai party in spiaggia sotto il chiaro di luna. E’ importante prendersi cura della propria pelle mantenendola idratata, così da conservare l’abbronzatura il più a lungo possibile, portando un po’ di mare anche al rientro in ufficio.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close