Tecnologia e Internet

Xbox One X e Xbox One X Scorpio Edition: info, prezzi e uscita

Il 20 Agosto 2017 Microsoft, alla Gamescom 2017, presentò la sua nuova console ovvero, Xbox one X. Notevole fu lo stupore tra il pubblico per via soprattutto dei componenti che nasconde all’interno questa nuovissima Xbox.

Inoltre fu annunciata anche Xbox One X Project Scorpio Edition che è una edizione limitata della console, prodotta solamente per il periodo di lancio e distribuita in poche migliaia di esemplari.

Xbox One X Scorpio Edition presenta la scritta “Project Scorpio” (in verde) sul controller e su un lato della piattaforma, oltre a una texture intrecciata stile fibra di carbonio sulla parte superiore. Inoltre nella confezione (con box diverso rispetto a quella standard) è presente anche uno stand per posizionare la console.

Xbox One X, specifiche e uscita.

A differenza dell’Xbox One S, che è più in linea con un tradizionale redesign slim, Xbox One X è un aggiornamento mid-gen dell’Xbox One.

All’E3 abbiamo potuto dare un primo sguardo alla scocca della console, pubblicizzata come la più piccola Xbox di sempre, più piccola persino della linea slim di Xbox One S dello scorso anno.

Le specifiche sono davvero interessanti confrontate con Xbox One S e Ps4 Pro, infatti essa presenta:

  • CPU otto core customizzati con clock a 2.3GHz
  • Banda di memoria a 326 GB/s
  • GPU a 1172MHz con 40 unità computazionali personalizzate
  • 12GB di memoria GDDR5
  • HDD da 1TB
  • Lettore Blu-ray 4K UHD
  • Supporto al gaming in 4K
  • Supporto per la VR

Si tratta di una macchina dotata di una prestanza grafica di gran lunga superiore rispetto all’attuale Xbox One e spetta agli sviluppatori scegliere come sfruttare quei 6 teraflops di potenza della GPU.

Nel 2016 il capo di Xbox, Phil Spencer, ha detto che gli utenti noteranno la differenza con i giochi che girano su Xbox One X soltanto se possiedono una televisione in 4K. “Scorpio è progettata come una console per il 4K, e se non avete una TV 4K, non potrete usufruire del vantaggio per cui è stata realizzata”

Oggi però la situazione è cambiata. Spencer infatti ha successivamente chiarito che “alcuni sviluppatori sfrutteranno quei 6 teraflop in modi diversi”, ciò significa che non devono necessariamente utilizzare la potenza di elaborazione aggiuntiva per raggiungere il 4K, ma possono canalizzarla per ottenere una miglior esperienza di gioco a 1080p, che lo si faccia tramite il supersampling o altro.

Xbox One X, rispetto a Ps4 Pro, sarà leggermente meno rigida nel modo in cui gli sviluppatori potranno sfruttare le specifiche più avanzate e questa potrebbe essere una scelta giusta.

Adesso conosciamo tutti i dettagli delle componenti all’interno della scocca. Quindi, possiamo aspettarci una GPU più veloce di quella presente in Ps4 Pro (4.2TF rispetto ai 6TF di Xbox One X, che rappresenta ovviamente il punto più vantaggioso per le vendite della console), 12GB di RAM GDDR5 (9GB dei quali sono dedicati ai giochi e 3GB invece dedicati ad applicazioni e dashboard 4K) e una APU ad otto core customizzata ad un’incredibile frequenza di 1172MHz.

Ciò significa che, mentre Xbox One è stata superata dalle prestazioni di PS4, Xbox One X è in grado di superare notevolmente PS4 e PS4 Pro, con una grafica e delle capacità di memoria decisamente migliori e il supporto ad un gaming in 4K nativo.

La data di uscita di Xbox One X è prevista per il 7 novembre 2017.

Info su giochi, perifiche e prezzo.

Un altro tasto da non sottovalutare è quello per quanto riguarda i giochi e la loro possibile retrocompatibilità. Infatti essendo Xbox One X un aggiornamento mid-gen dell’Xbox One, tutti i giochi e le periferiche che al momento girano su un’Xbox One funzioneranno sul nuovo sistema, inclusi i controller e il Kinect, allo stesso modo di servizi come la retrocompatibilità di Xbox 360 così come il cross-buy con Windows 10.

Alcuni giochi Xbox One già usciti verranno ottimizzati dagli sviluppatori con degli aggiornamenti per Xbox One X, tra cui titoli first party come Gears Of War 4, Forza Horizon 3, Minecraft, Halo Wars 2, Killer Instinct e third party come Final Fantasy 15 e Rocket League. Alcuni di questi gireranno anche in 4K nativo.

Allo stesso tempo, alcuni giochi Xbox One già usciti appariranno diversamente e potrebbero girare un po’ meglio su Xbox One X.

Infatti molto atteso è Sea of Thieves (da inizio 2018), sviluppato dai creatori di Perfect Dark e Banjo-Kazooie, è un mondo condiviso di pirati e di bottini da rubare. I giocatori possono immedesimarsi nella vita dei bucanieri e affrontare le minacce provenienti da altri giocatori e dal mondo circostante. Per i più piccoli: Super Lucky’s Tale Zoo Tycoon. E poi Halo Wars 2Halo 5: GuardiansState of Decay 2 e una nuova versione di Minecraft con una grafica in alta definizione. Senza dimenticare i mondi fantascientifici di Anthem, gli scenari distopici di AshenThe Darwin Project e Code Vein, i combattimenti di azione pura di Black Desert.

Per non parlare del nuovo ultimo capitolo del simulatore di guida,  Forza Motorsport 7 che è disponibile sia per Xbox sia per Windows 10 a partire dal 3 ottobre.

Tuttavia, alla Gamescom del 2016, il direttore del marketing di Xbox, Aaron Greenberg ha confermato che ci sarebbero stati giochi in VR in esclusiva per Xbox One X, dal momento che vedono la VR come qualcosa di separato dai tradizionali titoli per console.

Microsoft ha affermato che la potenza aggiuntiva di Xbox One X sarà particolarmente utile in due ambiti: per il gaming in 4K e per la VR “ad alta fedeltà”. Infatti se i giochi, sono abbastanza ottimizzati, ci sono prove sufficienti ad affermare che le effettive prestazioni di Scorpio in 4K potrebbero essere paragonabili a quelle di prodotti come la GTX 1070 di Nvidia e le Fury X di AMD.

Infatti il Digital Foundry ha parlato dettagliatamente di quello che gli è stato mostrato nella demo speciale di Forza Motorsport che girava in 4K nativo a 60 fps, con potenza in avanzo. “Chiaramente questo è soltanto un esempio, ma il punto è che Scorpio non scalerà soltanto il motore di Xbox One in 4K. E, almeno per il motore di Forza, c’è ancora un grosso surplus di potenza”.

Ovviamente, questo include il supporto ai dischi Blu-ray in Ultra HD, così come le applicazioni di streaming in 4K, come ad esempio Netflix e Amazon Prime Video. Così come per il supporto alla VR, non c’è nessun problema con le specifiche offerte dalla console, come sottolinea il Digital Foundry: “Una GPU Radeon da 6TF può superare la potenza base di una R9 290 e una GTX 970, dichiarate adatte alla VR su PC”.

All’E3 2017, Microsoft ha confermato che la console uscirà sul mercato il 7 novembre in contemporanea in tutto il mondo, con un prezzo di €499 in Europa. La console è già prenotabile su Amazon.

Xbox One X è stata coraggiosamente definita dal colosso di Redmond “la console più potente del mondo, con prestazioni superiori del 40% rispetto a tutte le altre”. Punta tutto sul 4K nativo (ovvero l’ultra alta definizione in tempo reale), offrendo una potenza inedita abbinata a un design compatto.

Infine Microsoft lancerà anche Mixer.

Presentato a Londra,Mixer, dovrebbe uscire con Xbox One X ed è un sistema di live streaming cross platform per costruirsi il proprio pubblico mentre si gioca su console, pc o smartphone, oppure semplicemente per mostrare agli amici le proprie abilità. Chi guarda può a sua volta interagire controllando diverse variabili del gioco, aiutando o ostacolando il giocatore.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close