NotizieSalute ed EsteticaTecnologia e Internet

Come scegliere una piscina gonfiabile?

La stagione calda sta arrivando e con essa anche il desiderio di crearsi un piccolo angolo fresco, specialmente se si dispone di un giardino non troppo grande.

Negli ultimi anni, grazie alla loro comodità e a un prezzo particolarmente abbordabile, lepiscine gonfiabili sono diventate le preferite da tutte quelle persone che vogliono il lusso di una piscina senza il disturbo di chiedere permessi e scavare il giardino (specialmente se non è particolarmente grande) per installarne una interrata.

Sicuramente un’ottima soluzione, vista anche la grande varietà di piscine in commercio, per tutti i gusti e i prezzi, ma è utile capire i parametri che possono aiutarci a scegliere quella più adatta a noi.

Vediamo come scegliere una piscina gonfiabile

• Una questione di budget

Il mercato delle piscine gonfiabili è molto vasto anche grazie a un ricco catalogo di modelli dai prezzi molto abbordabili e variegati.

Capire quanto si vuole spendere per una piscina gonfiabile è un ottimo punto da chiarire. Essendo che ogni fascia di prezzo si differenzia per qualità dei materiali, dimensione e gadget abbinati è utile capire quale ci interessa principalmente.

Per piccole spese sono ottime le piscine gonfiabili classiche, che hanno un prezzo molto basso. Non sono particolarmente resistenti e durature nel tempo, ma garantiscono comunque una buona resa.

Per le spese più alte possiamo trovare addirittura piscine gonfiabili con l’idromassaggio o dalle forme più svariate.

• Diverse piscine per diverse esigenze

E’ importante, quando ci si trova a dover scegliere di acquistare una piscina gonfiabile, capire a quale tipo di uso sarà dedicata.

  • Avete dei bambini che adoreranno passare il tempo in acqua
  •  La userete per un momento relax da soli o in compagnia?
  • La utilizzeranno anche persone anziane o con scarsa mobilità?

E’ importante farsi queste domande, perché le piscine gonfiabili hanno diverse caratteristiche, a partire dal materiale di cui sono composte.

I modelli autoportanti, per esempio, sono molto comodi, con un bordo gonfiabile che grazie alla pressione dell’acqua riesce a rimanere in piedi da sola. Ha bisogno di un terreno in piano e non è una struttura particolarmente stabile.

Le piscine con una struttura tubolare e un telaio in PVC invece sono molto più solide e durano a lungo, ma non sono adatte ai più piccoli perché, non avendo una consistenza morbida, questa non attutirebbe eventuali cadute.

Approfondiamo queste categorie di piscine gonfiabili per una più chiara visione del catalogo disponibile.

· Piscine gonfiabili in PVC: 

Questa tipologia di piscine è particolarmente apprezzata per la sua comodità di montaggio/smontaggio e di utilizzo. Dispongono infatti di valvole per il drenaggio dell’acqua. Sono autoportanti, ma bisogna fare attenzione alla qualità del materiale. Se non è adeguato si usurerà velocemente.

· Piscine gonfiabili in gommone: 

E’ la tipologia classica. Morbida e ideale per il divertimento dei bambini. E’ spesso ovale o rotonda. La struttura non necessita di supporti di alcun tipo e si basa sul principio dell’equilibrio tra aria e acqua. Basta gonfiarla per renderla pronta all’uso. La sua comodità principale è nella possibilità di poterla utilizzare su qualsiasi tipo di terreno. E’ importante, quando è riposta, di avere particolare cura a non lasciarla a fattori ambientali logoranti che rischiano di comprometterne l’integrità.

• Particolare attenzione verso i più piccoli

E’ fondamentale, in caso di bambini, di informarsi sempre sull’età minima di uso di una piscina e di rispettarla con particolare attenzione.

Molto spesso l’altezza di una piscina può essere fuorviante e in ogni caso è sempre meglio tenere un adulto a controllare eventuali bambini in piscina. Sotto i 6 anni ad ogni modo è consigliabile acquistare piscine dedicate esclusivamente ai bambini sotto quella fascia di età, che sono studiate apposta per le loro esigenze e sicurezze.

• Spazi grandi e spazi piccoli per ogni tipo di piscina

Una regola essenziale quando si deve scegliere una piscina gonfiabile è valutare il posto in cui andrà collocata.

La grandezza dello spazio che si andrà ad occupare con la piscina scelta deve essere ben misurato calcolando, specialmente per i giardini piccoli, anche lo spazio attiguo alla piscina stessa.

E’ sempre utile lasciare uno spazio di almeno mezzo metro attorno alla piscina per avere dove muoversi comodamente, specialmente in caso di emergenze.

La valutazione dell’ambiente in cui la piscina verrà collocata sarà molto utile, non solo per la misura della piscina ma anche per la scelta del modello. Farsi consigliare da specialisti del settore, al riguardo, è sempre un’ottima soluzione.

• Conclusioni sulle piscine

Su internet è possibile trovare tutta la vasta gamma di piscine gonfiabili a disposizione sul mercato. Inoltre nei negozi specializzati sono sempre disponibili esperti pronti a rispondere a ogni domanda.

Il consiglio finale, una volta trovato il modello che ritenete più adatto a voi, è quello di valutare il feedback delle persone che ne hanno già fatto uso.

Online ci sono forum di raffronto, e recensioni sotto i prodotti in vendita, che potranno essere molto utili riguardo la resa finale della piscina che avrete scelto di acquistare. In altri casi si può sempre scegliere una delle piscine fuori terra usuale.

Alessandro Aru

Ciao sono Alessandro Aru e scrivo anche per Italia H24

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close