Notizie

Il secondo venerdì 17 del 2017, dove nasce la sua sventura?

Il secondo venerdì 17 del 2017 di un anno bisestile sta facendo tremare i più superstiziosi che, dalla paura di essere colpiti dalla sfortuna, si sono chiusi in casa con le finestre sbarrate.

Ma da dove nasce questa superstizione? Ma soprattutto, perchè proprio questa combo del venerdì insieme al numero 17? Qui troverete le risposte a queste domande che hanno origini antichissime e che ci tormentano ancora oggi.

Venerdì 17 in Italia

Come abbiamo detto questo giorno sfortunato ha origini antiche, già in epoca latina e romana si dava una connotazione di sfortuna al venerdì pechè associato al giorno della morte di Cristo. il numero 17 invece nella storia del mondo occidentale è da sempre associato alla negatività e quindi alla sfortuna.

Il venerdì 17 però è presente solo in Italia, nel mondo anglosassone il giorno più sfortunato è venerdì 13, mentre nel mondo latino stanno alla larga da martedì 13. Il CICAP (Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) si impegna ogni venerdì 17 a sfatare qualsivoglia fenomeno associato a questa giornata.

Il numero 17

È nell’antica Grecia che nasce la superstizione legata al numero 17, tanto che i pitagorici evitavano questo perchè risiede tra il 16 e il 18 considerati numeri perfetti. Il mondo cattolico non è da meno, basti pensare che nell’Antico Testamento il diluvio universale inizia il giorno 17, il giudizio divino che si scaglia contro l’uomo. Anche i romani ci hanno messo del loro, nel 9 d.C nella battaglia contro i germani le legioni 17, 18, 19 furono sterminate, da allora questi numero furono sinonimo di sventura.

Questo infinito insieme di sfortunati eventi legati al numero 17 hanno portato il formarsi dell’eptacaidefobia, la fobia legata a questo numero. Un’assurdità, starete pensando, però ogni fobia racchiude un pizzico di follia.

E il venerdì e martedì 13?

La sfortuna associata al numero 13 nasce dalla mitologia scandinava che associa questo numero al tredicesimo semidio, il Dio Loki, che fu terribilmente spietato con gli umani. Anche i cristiani non vedono di buon occhio il 13, visto che il tredicesimo apostolo è Giuda, il traditore. Infine il mondo latinoamericano e spagnolo legano il 13 al secondo giorno della settimana perchè il martedì è il giorno di Marte, il dio della Guerra.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close