Tecnologia e Internet

Nvidia lancia la beta di GeForce Now, il servizio di cloud-gaming

GeForce Now, il servizio di cloud-gaming firmato Nvidia, rimasto per diverso tempo un’esclusiva della linea Shield dei dispositivi dell’azienda, è pronto a fare il grande salto. Infatti, nel corso del CES 2018 (The Global Stage for Innovation) di Las Vegas, è stata l’azienda stessa ad annunciare una beta pubblica e gratuita per gli utenti che giocano su PC Windows. La versione beta è compatibile con la maggior parte dei desktop e laptop che utilizzano Windows.

Ciò significa che se disponete di un PC tutt’altro che di ultima generazione, sarete comunque in grado di utilizzarlo per giocare ad alcuni dei giochi più “pesanti”, ossia di fascia alta, attualmente disponibili sul mercato. Come? Grazie alla tecnologia ideata e sviluppata da Nvidia, in grado di collegare un’ampia gamma di device a supercomputer presenti nel cloud, riuscendo a garantire una grafica a 1080p fino a 120 fotogrammi al secondo.

Come funziona GeForce Now

In un post sul suo blog, Phil Eisler, responsabile del progetto GeForce Now a Santa Clara, in California, ha affermato che in questo modo gli utenti potranno accedere direttamente alle unità di elaborazione grafica (GPU) GeForce GTX ad alte prestazioni, nei data center collegati al cloud proprio grazie a GeForce Now. In pratica, l’elaborazione avviene nel cloud, mentre il centro dati invierà il video sul display del computer dell’utente. Il processo è talmente immediato che si ha l’impressione che il PC stia facendo l’elaborazione localmente. In realtà, come abbiamo visto, parte tutto dal cloud.

Grazie al servizio offerto da GeForce Now, sarà possibile accedere a qualsiasi gioco per PC ad alte prestazioni, ovviamente presente sulla piattaforma, da qualsiasi luogo in cui ci troviamo.

Quanti titoli!

GeForce Now consentirà ai videogiocatori di connettersi alla loro personale libreria di giochi provenienti dai migliori store digitali, nei quali rientra oltre a Steam, anche Uplay PC, il portale di giochi per computer di proprietà Ubisoft. Tra i tanti titoli disponibili figurano, ad esempio, PlayerUnknown’s Battlegrounds, Payday 2, Rainbow Six Siege di Tom Clancy, Assassin’s Creed: Black Flag, DOTA 2, Tom Clancy’s The Division, For Honor e Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, tanto per citarne alcuni. Di seguito, la lista completa dei videogiochi a cui sarà possibile accedere.

Un servizio futuristico, parola di Ubisoft

Soddisfazione trapela anche dalle parti di casa Ubisoft, visto e considerato che in una nota, Chris Presto, vice presidente per quanto riguarda le partnership e le entrate di Ubisoft, ha affermato: “Ubisoft è entusiasta che i giocatori che giocano acclamati franchise come Rainbow Six Siege di Tom Clancy su PC Uplay possano ora godere di eccezionali esperienze di gioco su PC e Mac grazie al futuristico servizio GeForce Now di Nvidia, senza la necessità di possedere a tutti i costi di un PC di fascia alta. Nvdia sta potenziando un’esperienza di alta qualità che ora offre una selezione dei migliori franchise di Ubisoft”.

L’ambizioso progetto di Nvidia

Nvidia intende fare sul serio con GeForce Now. Per questo motivo, ha in programma per il servizio aggiornamenti periodici, per migliorare ulteriormente l’esperienza videoludica, nuovi titoli e altri data center. Non a caso, Nvidia ha deciso di rendere operativo il decimo data center di GeForce Now nella città di Amsterdam, in modo da offrire un gameplay fluido alla maggior parte delle case a banda larga nel Nord America e, in generale, in Europa.

L’unico requisito richiesto

Dato che GeForce Now è comunque alimentato da hardware presenti nel cloud e trasmesso in streaming grazie ad Internet, richiede necessariamente elevate velocità di download. Ecco perché, Nvidia consiglia di avere una linea dati di 50 Mbps per giochi a 60 fps full HD e 25 Mbps per HD 60 fps e oltre 10 Mbps per HD 30 fps.

Velocità di download a parte, gli utenti non dovranno preoccuparsi di nulla, dato che sarà compito di GeForce Now quello di installare automaticamente le patch e gli aggiornamenti dei driver. Stesso discorso per quanto riguarda i salvataggi cloud, abilitati per la riproduzione multipiattaforma.

Dove è disponibile GeForce Now?

La beta version di GeForce Now è attualmente disponibile per desktop e laptop, basati su Windows e Mac, nella maggior parte dei Paesi del Nord America e dell’Europa. Inoltre, l’app GeForce Now garantisce opzioni di localizzazione in francese e tedesco, con supporto della lingua locale, quindi anche l’italiano, per molti e importanti titoli, come Battlegrounds di PlayerUnknown, Arma 3, Mod di Garry, Fortnite e altri ancora.

“È davvero divertente poter giocare a Paragon e Fortnite usando il servizio GeForce Now di NVIDIA. Il flusso dei giochi è molto fluido, anche sul mio Macbook Air, dando la sensazione che stai giocando in modo nativo. Ben fatto, Nvidia”, è quanto ammesso da Mark Rein, vicepresidente della software house statunitense Epic Games, autrice del capolavoro Gears of War.

Infine, è possibile iscriversi alla lista di attesa per accedere alla beta pubblica di GeForce Now. In questo modo, riceveremo una notifica non appena verrà dato l’ok all’accesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close