Lavoro e formazione

Come rilanciare la propria carriera professionale?

La vita ci ha abituato che nulla è scontato e tutto è molto difficile da conquistare soprattutto i nostri sogni o ambizioni. Oggi vi stileremo una lista con 7 suggerimenti per rilanciare la propria carriera professionale scoprendo come sfruttare al meglio queste idee.

1. Parti da un checkup della tua situazione

Da sola o con il supporto di un professionista, fai un punto sul momento presente, ripercorrendo le tappe della tua carriera: questo ti farà capire da dove sei partita e dove sei arrivata fino ad ora, in termini di ruolo, di competenze e di soddisfazione rispetto alle tue aspirazioni.

È importante andare a ritroso, per vedere se c’è stata o meno una linearità nel tuo percorso, i progressi che hai fatto, quali sono le esperienze che ti hanno dato di più, quelle che magari hai abbandonato ma che ora possono trasformarsi in nuovi input per testarti in ambiti diversi da quello attuale.

Fai una valutazione a 360°, perché non contano solo i benefit di tipo materiale, come lo status o lo stipendio, ma anche il benessere del tuo luogo di lavoro.

Considera se con i colleghi hai un rapporto di qualità, qual è il livello di collaborazione, il clima che si respira in ufficio. Sono aspetti che spesso vengono trascurati e sottostimati, ma in realtà sono fondamentali perché essere felice delle proprie mansioni e vivere in un ambiente armonioso aumenta la voglia di fare e la creatività.

2.  Stabilire chiaramente gli obiettivi

Magari avete pensato a nuove mete alla fine di ogni anno, ma adesso è arrivato il momento di di passare alla pratica. Stabilire un piano d’azione è come costruire un trampolino per la vostra carriera” aggiunge Ryan Kahn, career coach.

Gli obiettivi possono essere piccoli o grandi: da una promozione a un aumento di stipendio, da nuovi compiti all’apprendere nuove abilità. “Qualsiasi sia l’obiettivo, suddividetelo in piccoli passi per rendere più chiaro il percorso che indica come raggiungerli”.

Inoltre siate chiarissimi sulle vostre priorità. “Questo vi aiuterà nel processo decisionale. Quando obiettivi contrastanti richiederanno il vostro tempo e le vostre energie, saprete identificare e rispettare le priorità che vi siete dati”, sottolinea Sidana.

3. Fai un piano d’azione e non avere paura di rischiare

Datti delle linee guida, per capire quali possono essere le azioni migliori per promuoverti e concretizzare i tuoi obiettivi. Hai deciso che vuoi crescere nell’azienda in cui lavori? Riprendi i contatti con le risorse umane per sondare se ci sono posizioni libere affini a te o nuove opportunità per avanzare di livello.

Esci dalla tua zona di comfort e proponi al capo quel progetto a cui tieni tanto, ma che fino ad ora non hai mai avuto il coraggio di tirar fuori dal cassetto. Vuoi cercare altrove? Dai una spolverata al tuo curriculum e rinnovalo, inserendo anche una sezione dedicata ai tuoi interessi, dove elencare ad esempio attività extra lavorative, come il volontariato, ma anche seminari e workshop che ti hanno appassionato.

Modulalo e personalizzalo in base alle richieste dell’azienda a cui lo invii, per mettere in risalto le caratteristiche di cui hanno bisogno. Vuoi raccontarti meglio ed evidenziare anche le tue soft skills, cioè le competenze trasversali che riguardano la tua personalità, le tue abilità sociali e le tue capacità relazionali? Inseriscile nella tua lettera di presentazione. Non scrivere un papiro per raccontare queste tue risorse: basta un testo breve, massimo mezza pagina, per fare colpo.

4. Aggiornati con i corsi di formazione

Di imparare non si finisce mai e se vuoi avere più chance per realizzare i tuoi goals, torna a studiare. Alcune aziende offrono corsi di formazione, interni o esterni, per i propri dipendenti. Informati, perché sono ottime opportunità di crescita e puoi farteli finanziarie, in toto o in parte, o chiedere di poterli seguirli durante le ore di lavoro.

Sei una freelance? Se non hai possibilità di investire tempo e soldi, vai su youtube dove trovi tanti tutorial dedicati all’area che ti interessa. Esistono anche piattaforme online dove puoi trovare corsi interi o singole lezioni erogati da università internazionali o da esperti su centinaia di differenti aree tematiche, dal business all’IT, dalle digital skills ai Big data.

5. Utilizza i network, non solo virtuale

I social sono utilissimi per dare una nuova spinta alla tua carriera, quindi usali al meglio. Linkedin è imprescindibile e ti permette di entrare in contatto, in modo veloce e diretto, con le persone che reputi interessanti e utili per la tua professione.

Ma non serve averli tra gli amici se non interagisci. Renditi visibile e arricchisci periodicamente il tuo cv di nuove cose; condividi post su tematiche professionali che possano creare un dibattito e commenta quegli degli altri. Mostra che sei attiva e interessata a creare legami fruttuosi, che non si limitano a una sola mail.

Se costruisci una buona cerchia di contatti, quando ne avrai bisogno, è molto probabile che si attiveranno spontaneamente per aiutarti. Facebook non va sottovalutato, perché è vero che riguarda una sfera più personale, ma anche lì puoi trovare nuove collaborazioni. Sappi che ormai i datori di lavoro quando valutano un candidato vanno a sbirciare su tutti i suoi profili social.

Come? Pubblicando contenuti coerenti su tutti i profili, che dimostrino quali sono i tuoi valori e interessi. Cura con grande attenzione anche i tuoi rapporti fuori dalla rete, coltivando l’amicizia con ex colleghi o con chi hai collaborato in passato. Basta una telefonata o un caffè per aggiornarsi ogni tanto e magari ricevere la dritta giusta o il contatto migliore per riattivare la tua vita professionale.

6. Imparate a dare meno peso alle cose negative e cercate di essere positivi.

Imparare dalle inevitabili esperienze negative è importante, ma non immergervi in sensazioni negative né permettete loro di assorbire quanto c’è di buono nella vostra mente. Questi tempi sono pieni di negatività e quanti hanno fallito faranno di tutto per trascinarvi al loro livello. Ricordate: i momenti tosti non durano, le persone toste sì.

7. Credi nelle tue possibilità

Diventa la tua prima fan: se non fai il tifo per te stessa, gli altri come possono darti credito? Tutti i giorni ribadisci la fiducia in te stessa, dicendo che ce la puoi fare, anche se l’ambiente non sembra favorevole.

L’errore che si fa di solito è valutare la situazione in base alle opportunità esterne, invece di concentrarsi sulle proprie potenzialità. Datti una chance e smettila di giudicarti, puntando sulle tue qualità invece che sottolineando le mancanze.

E se vuoi motivarti, ritorna al check iniziale e ricordati tutte le difficoltà che hai superato e tutti gli errori da cui hai tratto un insegnamento.

Scegli e determina con tutto il tuo cuore la tua vision, sapendo che hai più risorse di quante credi di averne e se fino ad ora non sei arrivata dove volevi, non è detto che non riuscirai a farlo. Non temere di fallire, nessun ostacolo è insormontabile se lo vedi come un’opportunità per migliorarti e aggiustare il tiro.

Le aziende, infatti, cercano sempre nuovi metodi per mantenere i talenti migliori, suggerite, per esempio, una schedule flessibile o il televoro alcuni giorni a settimana. Fate sapere ai vostri clienti che siete tornati dalle vacanze, scoprite come hanno trascorso le loro.

Se avete perso l’opportunità di inviare gli auguri per le feste, rimediate con quelli di buon anno. Che siate soddisfatti dei vostri progressi nel 2017 o che vi aspettiate di più dal 2018, qualsiasi cosa scegliate, avvertono gli esperti, non perdete un minuto delle vostre giornate.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close