Salute ed Estetica

Virus da zanzare infette

La Chikungunya torna a far parlare di sé e questa volta la zona di riferimento è Novi Ligure.

Pochi giorni fa è stato segnalato un caso di una donna, la quale, ritornando da un viaggio tropicale ha contratto la Chikungunya, una malattia virale trasmessa dalla puntura di zanzare infette.

Inizialmente si pensava si trattasse di una semplice influenza, in quanto i sintomi sono più o meno gli stessi, ovvero: cefalea, dolori articolari, febbre invece dagli accertamenti eseguiti in ospedale è stata diagnosticata questa malattia. Ma ora la donna sta bene ed è fuori pericolo.

Tuttavia per non creare inutili allarmismi, è stata disposta un’ordinanza da parte del sindaco di Novi Ligure, il quale ha allertato l’Ufficio di Igiene Pubblica dell’ASL Alessandria per disporre di un trattamento anti zanzare nella zona.

È bene sottolineare che la diffusione di questa malattia è piuttosto rara nella nostra penisola, anche se c’è da dire che a causa dell’estate torrida e particolarmente calda, questa situazione ha favorito un aumento delle zanzare, soprattutto quelle tigre. È stato appurato che queste ultime possono essere portatrici di malattie come la Chikungunya o la Dengue.

Ma vediamo nello specifico cos’è la Chikungunya, i sintomi che si manifestano, le precauzioni da prendere in considerazione, ed eventualmente i trattamenti da attuare.

La Chikungunya cos’è?

Si tratta di una malattia di origine virale e si trasmette mediante la puntura delle femmine di zanzara tigre. Non si contrae da individuo a individuo per contatto diretto o per via aerea.

Si prolifera in particolar modo in tutte quelle zone dove è presente un alto tasso di umidità o in zone paludose ricche di acqua stagnante. È stata rilevata in oltre 60 Paesi, ed è diffusa In America sia meridionale che centrale, In Asia, in Africa e a quanto pare anche in Europa comincia a manifestarsi a causa di un aumento della zanzara tigre.

Quali sono i sintomi che si avvertono quando si contrae la malattia?

Partiamo col dire immediatamente che i sintomi si presentano improvvisi. Inizialmente si può pensare di aver contratto l’influenza perché la sintomatologia che si manifesta è simile, tuttavia con il trascorrere delle ore i disturbi si accentuano e comprendono:

  •   Febbre: talvolta può raggiungere picchi molto alti;
  •   Mal di testa: in particolar modo si avverte dolore nella zona intorno agli occhi e alle tempie;
  •   Dolori articolari e muscolari: possono essere anche di moderata intensità a tal punto da costringere la persona a stare a letto;
  •   Affaticamento: compaiono stanchezza e spossatezza;
  •   Eruzioni cutanee: si possono manifestare sulla pelle eritemi, bolle, rossori;
  •   Inappetenza e nausea.

Prevenzione contro le zanzare

Quali sono le misure cautelative da prendere in considerazione?

Non esistono ad oggi  vaccini specifici. Pertanto, per chi vive in zone dove il rischio contagio è molto alto, le uniche forme di prevenzione sono l’utilizzo di zanzariere, avere l’accortezza di svuotare i sottovasi dove l’acqua stagnante presente favorisce la proliferazione di zanzare,  indossare abiti di calore chiaro e non scuro perché questa nuance attira maggiormente le zanzare, da non dimenticare l’utilizzo di repellenti appositi.

Per ogni ulteriore info potete andare sul sito di riferimento dove trovare consigli, rimedi e prodotti per combattere le zanzare.

Chikungunya può rivelarsi una malattia mortale?

I casi letali sono molto rari e possono interessare le persone anziane debilitate. Non esistono dei trattamenti farmacologici, ma le cure che vengono adottate servono per alleviare la febbre e i sintomi legati ai dolori muscolari e articolari.

Alessandro Aru

Ciao sono Alessandro Aru e scrivo anche per Italia H24

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close