Finanza

Tutto sui prestiti personali online

La maggior parte delle persone, presto o tardi che sia, ricorre al mondo del credito al consumo per poter acquistare beni o servizi ritenuti indispensabili, piuttosto che appagare qualche piccolo sfizio personale. Negli ultimi anni, oltretutto, la convenienza dei prestiti è sensibilmente aumentata, grazie, in primis, alla accomodante politica monetaria della Banca Centrale Europea.

Col nobile intento di rilanciare l’economia del Vecchio Continente, i tassi d’interesse sono stati portati in area negativa, al fine di incentivare i consumi dei cittadini europei. Contrarre un prestito, quindi, non è mai stato così opportuno come in questo momento, tenendo presente che esiste una differenza non risibile tra le condizioni dei prestiti richiesti online e quelli, invece, concessi allo sportello bancario, con i primi più convenienti rispetto a quest’ultimi.

Prestiti online: quali sono i documenti da dover inoltrare all’istituto di credito

I prestiti online, d’altro canto, sono una realtà concreta, tangibile, del mondo del credito, che consentono ai consumatori di poter richiedere un finanziamento in modo estremamente veloce. Al di là del tasso applicato, i prestiti online consentono di ottenere una risposta celermente, a differenza, invece, di quanto avviene tramite lo sportello bancario, dove i tempi si possono protrarre anche per una decina di giorni, se non oltre.

I tempi di attesa, come sanno la maggior parte dei consumatori, sono estremamente importanti. Non capita di rado, infatti, che la richiesta rivesta carattere d’urgenza, in particolar modo se si rende indispensabile per l’acquisto di beni di prima necessità della vita di tutti i giorni, come ad esempio un’autovettura, qualche mezzo informatico indispensabile per compiere l’attività lavorativa o gli elettrodomestici della propria abitazione.

Sapere, celermente, se è possibile acquistare o meno questi beni, in molti casi riveste carattere d’urgenza. Per ottenere una risposta rapida, tuttavia, è necessario che la richiesta sia completa in ogni suo aspetto, senza tralasciare nulla al caso. Il corretto invio di tutta la modulistica richiesta, ad esempio, è fondamentale per evitare che i tempi di risposta si protraggono ulteriormente.

La documentazione da inoltrare è la seguente: modello cud/unico; ultime tre buste paga; documento d’identità in corso di validità (patente, passaporto o carta identità); codice fiscale o tessera sanitaria; permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari. In alcuni casi, tuttavia, è possibile ottenere risposta nell’arco di una dozzina di minuti, evitando, addirittura, di inoltrare la documentazione summenzionata.

Prestiti online: in quali casi è possibile ricevere una risposta entro cinque minuti?

E’ il caso, ad esempio, dei titolari di Conto Corrente Arancio, che, nel caso in cui facciano accreditare lo stipendio o la pensione, possono ottenere risposta entro soli cinque minuti, tempistica che nessun altro istituto di credito, perlomeno sul territorio italiano, è in grado di offrire ai propri clienti. L’erogazione del prestito personale ING, oltretutto, in questo caso è immediata:  il contratto viene firmato in formato digitale e la liquidità viene accreditata sul conto corrente nell’arco di breve termine.

Un altro grande vantaggio dei prestiti online è, senza alcun dubbio, i minori oneri accessori rispetto al tradizionale canale dello sportello bancario. Le spese per l’estinzione anticipata del prestito sono di norma gratuite, dando modo al contraente, qualora disponga della liquidità necessaria, di poter chiudere il finanziamento senza dover sopportare ulteriori esborsi economici.

Anche le spese per incasso rata, applicate dalla maggior parte delle banche in agenzia, sono totalmente gratuite. Quando si valuta la bontà di un prestito online, è buona norma valutare se l’ente erogante consenta, gratuitamente, di poter rimandare il pagamento di qualche rata. Gli imprevisti, d’altronde, sono sempre dietro all’angolo.

Poter disporre di uno strumento che, in casi eccezionali, consenta di posticipare le rate ad una data postuma, è quanto mai opportuno e consigliato. In ultima battuta, è consigliato dare un’occhiata anche alle spese per apertura pratica, che in alcuni casi sono totalmente gratuite.

Related Articles

Check Also

Close
Close
Close