Notizie

Tamanegi, la nonna giapponese che ha conquistato Instagram

Quando a vostra nonna verrà la strana voglia di essere più social e magari di iscriversi a Instagram non cercate di dissuaderla, potrebbe diventare un’icona come è successo a Tamanegi, una nonnina di Yamagata, vicino Tokyo, il cui profilo Instagram è diventato protagonista del video del rocker Beck.  

Tamanegi su Instagram  

Tamanegi conta sul suo profilo ben 265mila followers e oltre 600 post pubblicati cha vanto una media di like che si aggira intorno ai 26.000, mica male per una nonnina! Ma cosa posta di tanto interessante? Dal 2015 Tamanegi ha deciso di raccontare semplicemente la sua quotidianità, come succede alla maggior parte di noi su Instagram, ma lei sembra avere una marcia in più. 

La protagonista dei suoi scatti non è lei, ma la dolce nipotina Mame che insieme suoi tre barboncini, Qoo, Riku e Gaku, creano quadretti davvero buffi capaci di conquistare chiunque. 

Tamanegi e il rocker Beck 

In soli due anni di permanenza su Instagram in profilo di Tamanegi è diventato virale, tanto che anche il rocker Beck non ha potuto fare a meno di sciogliersi davanti alle avventure del simpatico quartetto. Beck ha contattato subito Tamanegi perché voleva assolutamente i fantastici quattro come protagonisti del videoclip di Fix Me, ispirato allo stile della famiglia giapponese. Il video sembra una sorta di riassunto di quello che potete trovare sul profilo Instagram: una bambina e tre barboncini che dormono insieme e si divertono indossando vestiti coordinati 

Vince la semplicità 

Tamanegi non si aspettava di certo tutto questo successo, pensava semplicemente di condividere suoi social quello che le succedeva, raramente la vediamo protagonista di una foto perché il protagonista è l’amore di una famiglia atipica, ma pur sempre di famiglia si tratta, che passa momenti buffi insieme che vengono immortalati da una nonna amorevole. Questo successo inaspettato non ha cambiato lo stile del profilo di Tamanegi, anzi, i quattro continuano a dormire insieme e a festeggiare i piccolo traguardi.  

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close