Notizie

Sei mai stato a Budapest?

La capitale dell’Ungheria sta attirando grandi masse di turisti, chissà perché. Lo scoprirai con noi continuando la lettura.

Un magnifico viaggio a Budapest

Budapest è la capitale dell’Ungheria, da sempre il più “occidentale” dei Paesi dell’est europeo; anche nel periodo in cui era nell’orbita sovietica, l’Ungheria ha sempre cercato una posizione politica intermedia, pagando anche a caro prezzo la sua ribellione all’impero sovietico con una dura occupazione militare.

Budapest è una città magnifica, l’unione di due città un tempo distinte, Buda e Pest che, divise dal Danubio, furono infine unificate con la costruzione del noto Ponte delle Catene, il più antico e caratteristico a cui si sono affiancati negli anni altri ponti che collegano le due realtà.

Budapest oggi è una città le cui caratteristiche architettoniche e urbanistiche ricordano un po’ Vienna mentre con Praga condivide un notevole fermento sociale e turistico ma non si possono trascurare le sue celebri Terme.

Una visita a Budapest

Bisogna intanto sottolineare le diverse caratteristiche delle due parti di Budapest:

  • Buda è la parte residenziale, costruita sulle altura, le colline di Budapest.
  • Pest è il centro commerciale della città, la parte della movida, dei divertimenti, degli spettacoli ma anche la parte della città in cui sorge l’imponente palazzo del parlamento, affacciato direttamente sulla riva del Danubio.

Sono davvero tante le cose da vedere a Budapest, occorrerebbe un libro per citarle e parlare di tutto per cui parleremo solo delle principali, quelle che non possono mancare ad una visita a questa città, ponte tra l’oriente e l’occidente d’Europa.

Il Castello di Budapest

Situato sulle colline di Buda, il castello si presenta come un’imponente costruzione risalente al XIII secolo ad opera di Re Béla Iv per proteggere la città dai saccheggi dei mongoli ma venne ampliato nel periodo in cui l’Ungheria fece parte del Sacro Romano Impero.

Quasi inespugnabile non si rivelò tale sotto l’attacco e l’assedio degli ottomani. Oltre 140 dopo, a seguito di una terribile guerra tra cristiani e musulmani, il castello riportò gravi danni e ci volle molto tempo prima di riportarlo al fulgore, questa volta in stile barocco.

Ancora, venne quasi distrutto nel corso della seconda guerra mondiale e solo un’attenta e lunga opera di ricostruzione permise di dare nuovamente il castello a Budapest.

Il Ponte delle Catene

Insieme al Castello, il Ponte delle Catene è il simbolo di Budapest. Collega le due anime della città, Buda e Pest, voluto e fatto edificare nel 1849 dal conte Istvàn Széchenyi. In origine era un ponte mobile utilizzato solo nella bella stagione poiché durante la stagione fredda il ghiaccio ne impediva l’uso. La struttura come ammirabile oggi è opera di due ingegneri scozzesi, William e Adam Clark.

Distrutto dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale, fu rapidamente ricostruito. Dal ponte parte la funicolare che lo collega al Castello. Anche la funicolare venne distrutta dai tedeschi e solo nel 1986 ritornò in funzione.

La Basilica di Santo Stefano

Una chiesa in stile neoclassico, capace di ospitare fino a 8 mila fedeli; è ricca di marmi pregiati, mosaici, stucchi e decorazioni.

Una stupenda cupola completa la basilica: è raggiungibile tramite arditi ascensori e dalla cupola si ammira la magnifica piazza sulla quale si affaccia la Basilica stessa e tutta Pest. La cupola con i suoi 96 metri pareggia in altezza il palazzo del Parlamento.

I Bagni di Széchenyi

Al centro di Pest, su un’isola al centro del Danubio collegata attraverso due ponti alla terra ferma, c’è un enorme parco verde di duecento ettari che ospita un lago molto frequentato nella stagione calda e usato come pista di pattinaggio d’inverno.

Si trova anche il museo delle bambole, il castello di Vajdahunyad e lo zoo cittadino, oltre a molte altre attrazioni, un paradiso per i turisti.

Chi lo desidera, sulla stessa isola potrà trovare le terme di Széchenji,il principale ma non unico complesso termale della città, che risale al 1881.

Non puoi lasciare Budapest prima di averla ammirata dal Danubio, a bordo di uno dei battelli turistici a bordo dei quali potrai anche gustare aperitivi e cena tutto accompagnato da ottima musica, in gite sia diurne che serali.

Tags

Alessandro Aru

Ciao sono Alessandro Aru e scrivo anche per Italia H24

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close