Notizie

Le Cose Buone dalla Campagna si trovano in Italia

L’Italia offre da sempre paesaggi meravigliosi, ricchi di scorci di natura incontaminati, vere e proprie viste da cartolina. Il nostro Paese non è solo bello da vedere; l’agricoltura nazionale vanta primati a livello Europeo, grazie alla distribuzione di prodotti ineguagliabili. Le Cose Buone dalla Campagna si trovano in Italia, sotto le mani esperte degli agricoltori locali, che da decenni mantengono usanze e tradizioni.

Le Cose Buone dalla Campagna si trovano in Italia

L’alimentazione naturale è il trend degli ultimi anni; sempre più individui comprendono l’importanza della situazione, scegliendo prodotti sani e genuini, amici della nostra salute. Perché cibarci con pietanze preconfezionate colme di sostanze chimiche dannose per l’organismo, quando potremmo invece gustare i deliziosi frutti di Madre Natura?

La dieta errata causa una moltitudine di problematiche rischiose: obesità, colesterolo alto, diabete, malattie cardiache e persino tumori. L’essere umano è composto principalmente d’acqua, liquido essenziale che compone anche frutta e verdura. Un consumo quotidiano pari a 600 grammi di ortaggi, pare eviterebbe oltre 135 mila decessi, allontanando addirittura un terzo delle malattie coronariche e l’11 per cento degli ictus. Dovremmo ingerire 5 porzioni tra frutta e verdura al giorno, quantità minima consigliata per un’alimentazione salutare.

L’Italia è tra le maggiori potenze agricole europee, quali sono le coltivazioni più frequenti? Diversi microclimi e variegate tipologie di paesaggio, rendono possibile lo sviluppo di una vasta gamma di prodotti, caratterizzati da qualità uniche e inimitabili. I cereali vanno per la maggiore, la categoria comprende grano (o frumento), mais (o granoturco), riso, troviamo poi olive, uva, pomodori, agrumi, mele, pere, pesche, ciliegie, mandorle e noci.

I Cereali

Il Nord Italia è specializzato nella coltivazione del grano tenero; quello duro detiene il primato nelle regioni meridionali, in particolar modo in Sicilia e in Puglia. La pasta viene prodotta proprio con quest’ultimo.

Il mais serve principalmente per alimentare gli animali; solo una piccola quantità viene destinata all’alimentazione umana. Ciò accade poiché questo cereale richiede abbondanti irrigazioni.

Il riso trova facile terreno in Lombardia e in Piemonte, viene esportato ovunque in grandi quantità, anche all’estero. Il fabbisogno interno è infatti ampiamente superato, rendendo il prodotto un punto focale dell’agricoltura italiana.

Le coltivazioni nazionali comprendono inoltre lo sviluppo di altri cereali, come orzo, avena e segale, presenti soprattutto nelle regioni di montagna. La maggior parte del raccolto è destinato all’alimentazione animale.

Il settore ortofrutticolo

Vite e olivo risultano particolarmente favorevoli al clima del nostro Paese; siamo tra i più grandi produttori di vino e olio al mondo. Quest’ultimo è coltivato soprattutto in meridione, mentre l’uva cresce indisturbata su buona parte della penisola. Il vino italiano è da sempre sinonimo di eccellenza e qualità, un traguardo ineguagliabile da secoli.

Quali sono gli ortaggi più coltivati in Italia? Senza alcun dubbio al primo posto troviamo i pomodori, che si concentrano soprattutto in Emilia Romagna e in Puglia.

Una buona quantità di gustose patate è presente in Campania, affiancate dalle deliziose mele del Trentino-Alto Adige. L’Italia è seconda solo alla Spagna per ciò che concerne la produzione di agrumi, tra cui arance e limoni. Il 50 per cento delle coltivazioni avviene in questo caso in Sicilia.

Ramo foraggiero e industriale

La Pianura Padana produce la maggior parte dei prodotti destinati all’alimentazione animale e all’industria. Il foraggio, indispensabile per nutrire i bovini, viene coltivato soprattutto in zone ricche di precipitazioni, con un clima favorevole. Sono inoltre necessarie abbondanti irrigazioni, ovviamente possibili anche grazie ai fiumi. Ecco perché la produzione di foraggio trova maggior appoggio in Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto.

In conclusione, l’agricoltura italiana offre tesori inestimabili, è importante imparare a conoscere le cose buone dalla campagna, privilegiando gli acquisti nostrani piuttosto che quelli esteri. Valorizziamo ciò che abbiamo!

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close