Notizie

Cosa sono le Pit Bike

Le pit bike sono delle moto da cross o motard di dimensioni ridotte, più piccole di una moto da cross classica ma più grandi di una minimoto. Una delle marche più affermate nell’ ambiente amatoriale ma anche nelle gare ufficiali è la francese YCF che si è affidata a MobsterPitBike.com per far crescere il fenomeno pit bike in Italia, dove adesso ne è rivenditore unico ormai da 6 anni con negozi pit bike in tutta Italia.

Ci sono due tipi di pit bike, cross e motard che si differenziano l’uno dall’ altro dal tipo di gomme e dal settaggio generale di ammortizzatori e marce. Di base la pit bike cross corre sullo sterrato, ha gomme tassellate e ammortizzatori più rigidi per assorbire gli urti del fondo sconnesso. La pit bike motard invece si utilizza sul cemento o sullo sterrato compatto, ha gomme lisce e ammortizzatori più morbidi.

Da poco è uscita anche una serie di modelli dedicati alle gare “Flat Track” ovvero gare su circuiti sterrati, battuti e semicircolari dove i rider alternano rettilinei e curve a “U” sempre curvando a sinistra, facendo sbandare la ruota posteriore ed entrando in derapata per poi riaprire il gas nel rettilineo. Tra le pit bike quest’ ultima è stata definita la categoria più comoda e più chic dato il suo design retrò.

Omologazione e utilizzo delle pit bike

Molti modelli si possono omologare e assicurare come altri veicoli per la circolazione in strada ma l’utilizzo, per ora, è principalmente legato al fuoristrada, alle piste di go-kart e ai circuiti dedicati a questa categoria di moto. In molti chiedono il consenso a privati proprietari di terreni inutilizzati o dedicati, in altri periodi, all’ agricoltura, per potersi lanciare sullo sterrato e divertirsi con la propria pit bike.

Le pit bike sono per tutte le fasce d’età. Infatti ad utilizzarle a livello amatoriale ma anche nelle competizioni ufficiali sono davvero tutti:

bambini che vogliono avvicinarsi al mondo del motociclismo

adolescenti che adorano correre in pista o sullo sterrato con gli amici

adulti amatori del motociclismo

Ovviamente i modelli più potenti sono utilizzati da adolescenti e adulti mentre i modelli con cilindrate più basse sono perfette per insegnare ai più piccoli o ai neofiti dello sport a guidare questi motocicli in piena sicurezza.

Le origini delle Pit Bike

Le pit bike nascono negli Stati Uniti, in particolare dal motocross e dalla necessità di spostarsi all’ interno delle aree pit (corsia che devia dal circuito destinata ai veicoli che vanno ai box) o nel paddock (zona box). Inizialmente si utilizzava una Honda Z50 ma presto, visto l’interesse crescente da parte di adolescenti e giovani adulti si iniziano a produrre moto cross e motard di dimensioni ridotte per facilitarne la mobilità e abbassarne i costi.

Si sviluppa così una vera e propria comunità di rider di pit bike che iniziano a trovarsi per gareggiare sui circuiti di go-kart e nei terreni privati per poi arrivare alle gare ufficiali nel giro di un paio di anni. Infatti nel 2000 le gare di pit bike sono ormai uno sport popolare negli Stati Uniti ma arrivano pochi anni dopo ad affermarsi anche in Europa riscontrando un consenso molto positivo da parte degli amatori di motociclismo di tutte le età.

Alessandro Aru

Ciao sono Alessandro Aru e scrivo anche per Italia H24

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close