Notizie

Per una mentalità di pensiero positivo

Il pensiero positivo può influire sul modo in cui percepiamo il mondo e noi stessi.

La negatività è ormai infiltrata in ogni fessura della vita moderna, rendendo il pensiero positivo molto più difficile. Gli effetti della negatività possono essere insidiose, influenzando le nostre menti e corpi nel tempo.

Come si coltiva una mentalità di pensiero positivo quando il mondo e il nostro futuro sembrano più deprimenti che esaltanti?

Possiamo iniziare creando una mappa mentale che elenca tutti gli aspetti positivi della nostra vita – le nostre famiglie, i nostri amici, i nostri animali domestici, i nostri lavori, le nostre case, le prossime vacanze o un hobby amato.

Ma non è sufficiente riconoscere semplicemente che abbiamo buone cose – il pensiero positivo è una mentalità su cui dobbiamo lavorare ogni giorno, come fare un esercizio per regolare un muscolo doloroso.

Cerchiamo i modi migliori per sviluppare abitudini di pensiero positivo in modo che diventi una parte istintiva della nostra personalità.

Sii grato

Abbiamo detto che usare una mappa mentale per riconoscere le cose buone della tua vita è un passo importante nel pensiero positivo. Ma creare un atteggiamento positivo richiede un po’ più di sforzo.

Devi essere grato per le piccole cose: un invito inaspettato, l’implementazione di successo del sistema di biglietteria scolastica, aumenti visibili nell’analisi degli abbonamenti.

Anche cose semplici come trovare il passeggino della metropolitana che si ferma più vicino alla vostra uscita sono una ragione sufficiente per essere grati.

Trovare cose diverse per cui essere grati e presto diventerà un’abitudine, arrivandovi quasi automaticamente.

Molte persone sostengono anche la necessità di tenere un “diario della gratitudine”, un diario mentale o fisico dove puoi annotare tutto ciò per cui sei stato grato durante il giorno.

Potresti anche annotare le tue ragioni per essere grato sui social media usando un hashtag.

Fai buone azioni

Mantenere la gratitudine che si impara a sentire solo a se stessi è contro-intuitivo. La gratitudine è qualcosa che dovresti condividere con gli altri.

Questo può concretizzarsi nel fare del bene agli altri, dando loro un motivo per essere grati.

Così, la prossima volta che un collega ha bisogno di aiuto per capire i nuovi strumenti di collaborazione, offrirgli una mano con esso.

Fare le cose buone per gli altri – senza chiedere nulla in cambio – è un atto di gentilezza che dura nel tempo.

Quando vedi un modo per aiutare qualcuno, cogli l’occasione e lo fai, ti farà sentire meglio con te stesso e con il mondo che ti circonda.

Rimanere in buon umore

Non c’e’ niente di meglio di una bella risata per tenere alto il morale. La risata scatena le buone molecole chimiche nel cervello e aiuta a ridurre l’ansia, lo stress e la negatività.

Trova il modo di essere umoristico durante la tua giornata, trova barzellette da condividere con la tua famiglia o con i colleghi. Se c’è un contrattempo fate luce sulla questione mentre lavorate per trovare una soluzione.

Aggiungi umorismo alla tua vita lavorativa quando scrivi  o fai un video per i social media.

L’umorismo non solo ti fa sentire meglio, ma migliora lo stato d’animo di coloro che incontri, coltivando così un ambiente positivo intorno a te.

Prendi tempo da solo

Uno dei motivi per cui diventiamo così negativi è perché non ci diamo abbastanza tempo per stare soli.

A volte è necessario nascondersi nel vostro spazio (non troppo spesso) per chiarire le cose senza l’intervento di altre persone

Prendetevi il tempo libero da tutto ciò che di solito effettuate – lavoro, amici, famiglia – e fate qualcosa per voi stessi e da soli.

Può essere sport o scrivere articoli tecnici – qualcosa che ti piace fare da solo.

Tenete da parte un po’ di tempo in cui potete divertirvi a fare le cose da soli – questo incoraggerà il pensiero positivo.

Evitare le persone negative

La peggiore causa di negatività sono le altre persone. Sappiamo tutti che ognuno dei nostri circoli di colleghi, amici e familiari include una o due persone negative.

E queste persone negative generano atteggiamenti negativi negli altri intorno a loro.

Questa negatività infetta tutti e tutto il duro lavoro che state mettendo in essere positivo . È meglio allontanarsi da queste persone e situazioni.

Puoi anche incoraggiare gli altri ad evitare questo tipo di negatività, ma tieni presente che non puoi far fare nulla contro la loro volontà. Fate del vostro meglio, ma se non ascoltano, allontanatevi.

Sii gentile con te stesso

Abbiamo parlato di gentilezza verso gli altri, ma una parte importante del pensiero positivo è essere gentili con se stessi.

Puoi essere altrettanto positivo nei confronti degli altri e del mondo che ti circonda, ma se sei negativo sulle tue azioni, non sei un pensatore positivo.

Non criticare troppo aspramente te stesso se un sistema d’inserimento dei dipendenti non è stato ancora implementato. Guardate gli aspetti positivi che potete portare via, e le esperienze di apprendimento.

Se il vostro piano di trattenere gli insegnanti è stato rifiutato, non pensate di non essere bravi nel vostro lavoro – chiedete feedback e cercate di lavorare verso una nuova strategia che sarà accettata

Parla con te stesso in modo positivo: usa frasi come “lo farò” e “posso” quando pensi ai compiti. Mettiti in grande nella tua mente – datti un discorso di incoraggiamento. Sei sia allenatore che giocatore nel gioco di positività.

Praticare il pensiero positivo ogni giorno

La positività non è facile – richiede un lavoro costante e pratica. Prendete l’abitudine di dire cose positive a voi stessi e agli altri e di fare qualcosa per qualcun altro senza pensare alle ricompense.

Se lo fai abbastanza spesso, il pensiero positivo diventerà parte della tua personalità.

Alessandro Aru

Ciao sono Alessandro Aru e scrivo anche per Italia H24

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close