L’indice libro paga del settore non agricolo: un importante indicatore dell’andamento economico

0

L’indice paga del settore non agricolo è emesso dal U.S Department of Labor il primo venerdì di ogni mese. Esso scaturisce dai dati relativi al mese precedente a quello dell’emissione.

L’indice libro paga del settore non agricolo è parte di un’indagine di più ampio respiro relativa al mercato del lavoro pubblicata mensilmente dal settore statistico del Dipartimento del lavoro Americano. Il resoconto sul mercato del lavoro è infatti suddiviso in due aree: quella relativa alla cosiddetta indagine familiare (Household Survey) e quella aziendale (Estabilishment Survey).

E’ da quest’ultima che scaturiscono i dati utilizzati per l’elaborazione dell’indice paga del settore non agricolo. Il campione utilizzato per la raccolta dei dati consta di ben 375.000 aziende. I dati raccolti misurano i nuovi posti di lavoro e quelli persi mensilmente in diversi settori raggruppati in macro categorie quali ad esempio quella manifatturiera, delle costruzioni, mineraria, dei servizi e del tempo libero.

Vengono presi in considerazione anche i dati relativi all’impiego governativo. Il vantaggio di questo indice è che è possibile scorporare dai dati globali quelli relativi ad ogni singola categoria, così da aver bene chiare le variazioni intervenute nell’occupazione dei diversi settori nel mese preso in esame.

Per questo motivo è osservato con attenzione dagli operatori economici e ha un elevato impatto sui mercati che accolgono favorevolmente un incremento dell’indice, mentre guardano con preoccupazione una sua contrazione che ha in genere un’influenza negativa sui mercati azionari, specie se non prevista, perché indicativa di una fase di rallentamento dell’economia.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.